Le linee tradizionali: analogiche, ISDN, Flussi (ISDN PRI)

Analogiche

 Max 1 contemporaneità
 Diagnostica scarsa da centrale
 Accettamo telefoni analogici

ISDN (BRI)

 Max 2 contemporaneità
 Diagnostica discreta da centrale
 Ideale per piccoli uffici
 Possibile selezione passante

Flussi (ISDN PRI)

 Max 30 contemporaneità
 Diagnostica buona da centrale
 Ideale per uffici e aziende medie

Domande sulle linee tradizionali

Meglio se ci chiami che ti diamo qualche consiglio.

La risposta è difficile perché le considerazioni sono molte. Provo con qualche consiglio. Se però ti restano dei dubbi chiamaci e saremo lieti di aiutarti — ti ricordo che non rivendiamo traffico e che non siamo carrier telefonici.

  • Primo e più importante consiglio: non aspettare all'ultimo per la richiesta delle linee! Troppo spesso ho visto società che hanno pensato al centralino, ai telefoni, al cablaggio e che solo all'ultimo hanno pensato alle linee telefoniche. Nel 95% dei casi le linee sono l'unico collo di bottiglia ed è meglio se metti in conto 15-60 giorni di attesa (anche se molti operatori ti prometteranno meno).
  • Numero di linee: se sei un ufficio o una società di servizi che usa molto il telefono, prevedi almeno un canale voce ogni due addetti (es. 2 ISDN per 4 addetti). Se invece la tua unità è produttva avrei bisogno di meno canali voce.
  • Tipi di linee:
    1. Evita le linee analogiche se puoi. Nel dubbio tra 2 e 3 ISDN prenderne 3: molti operatori ti daranno la selezione passante a costo zero a partire da 3 ISDN.
    2. Se hai bisogno di 4-5 ISDN, ipotizza il mezzo flusso primario (ISDN PRI) o una soluzione Voip dedicata.
    3. Se vuoi a tutti i costi la selezione passante ma il buget è limitato, valuta seriamente le linee Voip.
  • Tipi di servizi: se scegli linee ISDN ipotizza di chiedere più numeri, dedicandone possibilmente uno al fax o ad altri servizi critici (es. supporto tecnico o emergenze). Inoltre ipotizza di attivare:
    • ricerca automatica: quando una linea è occupata devia le chiamate sulle altre linee.
    • servizio chi chiama: visualizza il numero del chiamante
  • Tipi do borchie: se hai deciso per linee ISDN chiedi borchie NT1 Plus: costano pochissimo di più ma hanno il vantaggio di avere anche uscite analogiche, utili per diagnosi dei problemi e per uso del fax. Se invece hai scelto su un flusso primario il problema borchie non si pone.

Ci sarebbe da dire molto di più... Se tutto questo ti sembra complicato (purtropo lo è), chiamaci e ti potremo consigliare.

Sì, è molto comune: riduce i costi e aumenta l'affidabilità.

Il voip si sta dimostrando più affidabile delle line convenzionali (ISDN e analogiche). Una volta si affiancavano linee Voip alle convenzionali considerate più affidabili. Ormai succede il contrario.

Con linee Voip e tradizionali quando dovesse andare giù una è possibile usare l'altra (quasi sempre gestito in automatico dal centralino telefonico).

Molte linee Voip permettono di deviare le chiamate in ingresso su un altro numero in caso di guasto. Se doveste restare senza internet puoi deviare le chiamate su un cellulare o un altro numero di rete fissa.

Se puoi scegli sempre ISDN

Consiglio sempre le line ISDN: sono più affidabili, costano un po' meno meno e supportano più funzionalità. Al giorno d'oggi l'analogica può avere senso solo per i fax quando non c'è una borchia NT1 plus.

Con la ISDN puoi avere più numeri sulla stessa linea. Così puoi differenziare il fax dalle linee voce. Oppure puoi avere un numero dedicato a certi uffici (es. ufficio tecnico o vendite).

La linea ISDN permette una migliore gestione della ricerca automatica. Per esempio, se hai due ISDN e una delle due è occupata (o guasta), la stessa centrale ti passerà le chiamate sulla seconda ISDN. Questa configurazione si chiama Ricerca Automatica

La linea ISDN ha una segnalazione digitale e può essere meglio gestita dalla centrale (Telecom). In caso di guasti il tecnico Telecom riuscirà a intervenire più facilmente e più velocemente.

Meglio il flusso se il budget lo consente.

Il flusso primario (ISDN PRI) è più gestibile delle ISDN BRI ed è sempre preferibile quando si hanno più di 4-5 linee ISDN — esistono casi eccezionali in cui non lo è.

Il flusso supporta fino a 30 chiamate simultanee (alcuni contratti pongono dei vincoli). Potresti sentir parlare del "mezzo flusso": è uno strattagemma usato da alcuni operatori per limitare la contemporaneità del flusso a 15 chiamate.

Il flusso è in genere monitorato meglio dal carrier telefonico e un guasto viene, inevitabilmente, rilevato immediatamente (nessuno riesce più nè a chiamare nè a ricevere). Invece con le ISDN, spesso e volentieri i guasti non vengono rilevati (se una borchia su quattro va giù chi se ne accorgerà mai?) e le aziende spesso convivono con i guasti senza neanche accorgersene e pagando per un servizio del quale non usufruiscono.

Guarda quanto paghi, la bolletta e dove arriva il cablaggio.

Una linea ISDN costa circa 62€ a bimestre (2 chiamate simultanee) contro i circa 46€ di una analogica (prezzi gen-2015). Si può dire una ISDN costa meno di due analogiche.

Telecom in genere scrive chiaro in bolletta il tipo di linea (es. "Accesso Base"). Altri operatori non lo esplicitano e lo nascondono sotto il nome del contratto (es. "Small Business")

Se hai Telecom, guardando dove arrivano le linee potete riconoscere le ISDN dalla borchia: una scatola bianca con il logo Telecom e con due led (rosso e verde). Per ogni linea ISDN ci sarà una borchia. Se invece hai Fastweb o altri operatori, dovrai guardare l'uscita del router.

Chiama

800 824 643

lunedì-venerdì: 9-13 e 14-18

Richiesta Preventivo