In media, il 30% del costo di un impianto telefonico è rappresentato dagli apparecchi telefonici. Per questo è bene capire cosa si compra quando si sceglie un centralino telefonico. Di seguito trovate alcune considerazioni sulla scelta dei telefoni.

Domande frequenti sui telefoni

Intendiamo per telefoni liberi quelli che non vi vincolano ad un fabbricante: hanno tutte (o quasi) le funzionalità dei vecchi telefoni digitali, ma non vi legano ad una marca. I telefoni proprietari sono invece l'esatto contrario ed esistono sia come telefoni IP che come telefoni digitali.

Perché mai legare il telefono alla marca del centralino? Se è solo per alcune speciali funzioni allora conviene sceglierli solo per quelle poche postazioni che le richiedono e che ne faranno uso (es. il posto operatore). Per il resto, invece, scegliete telefoni liberi e proteggete il vostro investimento.

Perché i telefoni digitali sono morti. Non hanno in genere vantaggi sui telefoni IP. Com un telefono digitale avete il costo aggiuntivo del doppio cablaggio, limitazione sul numero di interni e vincoli del fabbricante.

Alcuni fabbricanti vi proporranno telefoni digitali, ma al solo scopo di abbassare il valore dell'offerta e mantenere il margine di guadagno: voi acquisterete qualcosa di obsoleto e sarete convinti di aver fatto un buon affare, ma il vero buon affare lo avrà fatto il venditore.

I telefoni digitali possono essere sensati solo se vi fanno un ottimo prezzo, sotto i 50€ (a gen-2012).

Per telefono digitale si intende, in genere, un apparecchio telefonico progettato per una determinata marca di centralino (talvolta persino limitato ad alcuni modelli).

I telefoni digitali, oggi, sono considerati "cose del passato" perché la telefonia IP ha sposato i telefoni IP con protocollo SIP che oggi sono una realtà e si trovano quasi al supermercato.

Il costo dei telefoni rappresenta, in genere, circa il 30% del costo totale di un impianto telefonico. Una volta, se si voleva cambiare la marca dell'impianto, era necessario cambiare il parco telefoni con costi tutt'altro che irrisori — esisteva di fatto un mercato estremamente protetto. Oggi, grazie alla telefonia IP e ai centralini open le cose sono cambiate e l'acquirente ha più armi per difendersi.

Il telefono analogico è l'apparecchio con il più semplice e rudimentale collegamento telefonico che esista. Il telefono Sirio è tra i telefoni analogici più diffusi in Italia. Esistono telefoni analogici più sofisticati, con visore, cordless e non, con o senza segreteria integrata. Ma quello che li accomuna è che nel telefono entra sempre il classico "doppino telefonico". Possiamo attaccare un telefono analogico direttamente ad una linea telefonica e lui funzionerà senza problemi.

I telefoni analogici hanno vantaggi unici: costano poco e sono quasi indistruttibili. Hanno lo svantaggio che richiedono un cablaggio dedicato (come i telefoni digitali) e che non hanno luci presenza né altre funzionalità comuni nei telefoni IP e digitali.

Un telefono IP è un apparechio che dialoga col centralino via IP (Internet Protocol). Nel telefono entra un cavo di rete e a bordo ha una scheda Ethernet (in genere con due porte): un cavo va allo switch della rete e l'altro cavo va, se necessario, al PC.

È bene chiarire: il telefono IP funziona con o senza PC. Il fatto che un cavo esca dal telefono IP e vada eventualmente ad un PC ha il solo scopo di evitare un doppio cablaggio perché, così facendo, il PC si connette alla rete sfruttando il mini-switch telefono.

Non confondete il telefono IP con i telefoni USB che obbligano ad avere un PC sempre acceso per poter usare il telefono. Soluzioni del genere sono molto restrittive e, francamente, poco adatte ad un uso professionale del telefono.

Il telefono IP può usare diversi protocolli per comunicare con il centralino e ad oggi il protocollo più usato è il SIP. Altri protocolli usati sono H323 (usato da Avaya e Cisco), MGCP (ormai in disuso), IAX (usato da Asterisk) e alcuni altri ancora.

Niente. Sono semplici, costano molto poco e funzionano sempre. Hanno degli svantaggi: richiedono un cablaggio dedicato e non dispongono di funzionalità avanzate (es. luci presenza). Inoltre richiedono porte dedicate o adattatori che fanno salire il costo finale del telefono.

Se dovete mettere un telefono in luoghi polverosi o soggetti a ostilità, considerate seriamente un telefono analogico: quando si dovesse rompere lo buttate via e con 15€ ne mettete uno nuovo.

Sconsigliamo però di scegliere telefoni analogici per gli uffici dove il personale usa molto il telefono: spendete qualcosa di più e scegliete dei telefoni IP.

I telefoni cordless (senza filo) sono impareggiabili per chi si sposta spesso all'interno della sede. Non hanno però la comodità di un telefono fisso.

Esistono telefoni cordless IP e analogici. I cordless IP sono sicuramente più indicati per i centralini IP (o per uso domestico con i provder VoIP). Potete anche riusare i telefoni cordless che già possedete ma dovrete acquistare un adattore (ATA).

Chiama

800 824 643

lunedì-venerdì: 9-13 e 14-18

Richiesta Preventivo